Urbanistica

San Siro: lo storico stadio è salvo grazie a un vincolo culturale

555

Lo storico Stadio San Siro, noto anche come Stadio Giuseppe Meazza, è salvo. Infatti, nonostante negli ultimi tempi il futuro dell’impianto sia stato oggetto di dibattito e incertezza, ora la Soprintendenza di Milano ha imposto un vincolo culturale per preservare la struttura.

Lo stadio di San Siro è salvo grazie al suo grande valore storico e architettonico

Una delle notizie più rilevanti riguardo al destino di San Siro è l’imposizione di un vincolo culturale sul secondo anello dello stadio. Secondo la Soprintendenza di Milano, perciò, San Siro ha un grande valore storico e architettonico, e per questo merita protezione.

Lo stadio, infatti, è composto da 132 portali con costoloni a sbalzo, che sostengono gradinate, scale, rampe di accesso, ripiani e passerelle di servizio. I portali hanno la forma di due braccia tese in diagonale, denominate “elefante” e “giraffa”. Le rampe avvolgono la costruzione in fasce plastiche, creando un aspetto fortemente caratterizzato. Le scale hanno uno sbocco a “vomitorio”, elemento tipico degli stadi classici. Con la costruzione del secondo anello, lo Stadio di San Siro ha assunto definitivamente l’aspetto di un vero e proprio stadio, completando l’immagine organica che mancava fino a quel momento.

Il vincolo culturale scatterà automaticamente nel 2025, quando il secondo anello compirà settant’anni. Di conseguenza, San Siro non potrà essere abbattuto come inizialmente previsto dai club di calcio.

Le reazioni dei club e del Comune di Milano

La notizia del vincolo culturale imposto sul secondo anello di San Siro ha suscitato diverse reazioni da parte dei club di calcio e del Comune di Milano. Entrambi i club, Milan e Inter, avevano infatti avviato progetti per la costruzione di nuovi impianti, dal momento che l’abbattimento di San Siro sembrava inevitabile. Tuttavia, questa decisione ha cambiato le carte in tavola.

Ora, il Comune di Milano si trova ad affrontare una vera e propria sfida. Se il segretario della Lega, Matteo Salvini, la definisce un’occasione persa, i Verdi, e in particolare il loro capogruppo Carlo Monoguzzi, sono favorevoli ad una rifunzionalizzazione dello stadio. L’appello ora è diretto ai tifosi di Milan e Inter perché facciano pressione sulle squadre per ristrutturare la storica struttura.

La manutenzione e l’ammodernamento di uno stadio così importante, però, richiedono risorse finanziarie molto significative. Con l’impossibilità di abbattere San Siro, perciò, Milan e Inter dovranno rivalutare le loro mosse future.
Il Milan, in particolare, aveva già iniziato a considerare l’opzione di Sesto San Giovanni e San Donato Milanese, mentre l’Inter aveva mostrato interesse per Rozzano.

555

Related Articles

555
Back to top button