Milano, l’Area B è in arrivo: inaugurati il portale web e l’infopoint per tutte le informazioni sulla nuova ztl antismog

47

In arrivo, a Milano, l’Area B: inaugurato un infopoint dove poter richiedere tutte le informazioni

Lunedì 25 febbraio entrerà in vigore, a Milanol’Area B, la nuova ztl antismog.
Per accogliere questa novità ed informare i cittadini su questa nuova e discussa misura, è stato inaugurato giovedì 21 febbraio, un punto informazioni sotto la fermata Duomo della metropolitana.
Il nuovo infopoint si compone di 16 sportelli, con personale a disposizione dei cittadini, dove poter chiedere tutti i chiarimenti del caso riguardanti divieti, permessi e varchi.
Tuttavia, il punto resterà aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 7:30 alle 19:30.
Area B si va ad aggiungere all’ormai già presente Area C, entrambe pensate per diminuire l’inquinamento, prima nel centro con l’Area C, e da lunedì in quasi tutta la città con l’estensione della zona a traffico limitato.
Infatti, la nuova Area B interesserà circa il 70% dell’area comunale, che verrà delimitata con ben 187 varchi. L’ingresso sarà vietato ai veicoli a benzina Euro 0 e a diesel Euro 0, 1, 2, 3 e alle moto a due tempi Euro 0 e 1,  dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30.
Non solo l’Infopoint, ma è entrato in funzione anche un nuovo portale web attivato dal Comune sul quale registrarsi per avere informazioni e fare tutte le pratiche online. Il sistema informatico è stato sviluppato da Atm e permetterà di registrarsi e di verificare se la propria auto può accedere in Area B, contando anche il pacchetto di 50 accessi all’anno disponibili per tutti gli automobilisti con veicoli diesel.
Inoltre, a partire dall’1 ottobre 2019 lo stop ai veicoli diesel verrà esteso anche a quelli della categoria Euro 4, il cui ingresso è vietato in Area C già dal 2017.
L’obiettivo corale di queste misure è arrivare gradualmente all’esclusione totale dei diesel entro il 2030.
I veicoli diesel sono, però, tantissimi, e con la realizzazione di queste vaste zone a traffico limitato, molti milanesi non potranno utilizzare la propria auto. Proprio per questo motivo, dal 2017, il Comune ha messo a disposizione 32 milioni di euro come incentivi per cambiare l’auto e diminuire l’inquinamento. Per essere più precisi, di questi 32 milioni, 8 sono stati destinati alla mobilità, mentre gli altri 24 sono stati dedicati all’efficientamento energetico. A queste cifre, si vanno ad aggiungere altri 25 milioni di euro che Palazzo Marino ha messo a disposizione dei milanesi come contributi per il rinnovo delle caldaie e dei sistemi di coibentazione degli edifici residenziali, anch’essi, quasi al pari delle auto, rappresentano una delle cause prime dell’inquinamento atmosferico.
(Foto tratta da dueruote.it)

47

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

47
Back to top button