Milano, arriva l’installazione dedicata alla violenza sulle donne per il Salone del Mobile

50

Milano, arriva l’installazione dedicata alla violenza sulle donne per il Salone del Mobile e Fuorisalone

In piazza Duomo, a Milano, arriva l’installazione dedicata alla violenza sulle donne in occasione della Design WeekSalone del Mobile Fuorisalone.
Ebbene sì, l’installazione raffigura una donna incatenata e trafitta da centinaia di frecce, un simbolo contro i femminicidi.
Tra le tante installazioni che stanno invadendo il capoluogo lombardo per la Design Week, dopo Pratofiorito, giardino temporaneo con fiori e piante che stimolano la biodiversità urbana, la straordinaria Aqua, l’installazione donata dal Salone del Mobile e dedicata al grande Leonardo Da Vinci, attraverso cui si potrà camminare sotto il Naviglio, e il bosco degli ulivi secolari tra la Rinascente e piazza Duomo, è arrivata questa nuova installazione nel cuore della città.
L’opera, intitolata “Maestà Sofferente”, alta otto metri, è una metafora della violenza sulle donne, ed è stata realizzata dal designer Gaetano Pesce, ispirata alla sua storica poltrona UP5&6, risalente a cinquant’anni fa.
La scultura, posizionata nella mattina di sabato 6 aprile, viene osservata con curiosità e stupore dalle migliaia di turisti e passanti che attraversano il centro della città.
Dunque, Milano sta accogliendo un’altra installazione che rende la città ancora più bella e interessante agli occhi di turisti, ma che sta dividendo i milanesi.
(Foto tratta di Sky Tg24)

50

Related Articles

50
Back to top button