Home Articoli HP 29 marzo 2013: muore a Milano Enzo Jannacci, uno dei più grandi...

29 marzo 2013: muore a Milano Enzo Jannacci, uno dei più grandi artisti poliedrici italiani

586
SHARE

29 marzo 2013: Milano piange il grande Enzo Jannacci

Tra i grandi artisti che hanno dato lustro a Milano, è impossibile non citare Enzo Jannacci.
Artista poliedrico, pioniere del rock and roll e del cabaret italiano, è considerato un modello per le nuove generazioni di cantautori e comici.
Jannacci nasce a Milano il 3 giugno 1935.
Dopo essersi diplomato al Conservatorio in armonia, composizione e direzione d’orchestra, si laurea in Medicina e consegue la specializzazione in chirurgia generale in Sud Africa.
Da qui, però, comincia ad intraprendere la carriera artistica, ma nonostante ciò continua ad esercitare la sua professione di medico.
Durante gli anni in cui frequenta l’università, Jannacci si esibisce come musicista, intrattenitore e presentatore in vari locali di cabaret. In quel periodo collabora con artisti, all’epoca emergenti, del calibro di Adriano Celentano e Tony Dallara.
La svolta arriva nel 1958 quando, insieme a Giorgio Gaber, dà vita a quello che diventerà un duo storico nonché il punto di partenza del successo di Jannacci.
Da qui inizia la grande carriera artistica di Jannacci che lo ha portato a prendere parte a numerosi programmi televisivi, spettacoli teatrali e film cinematografici.
Nel corso della sua lunga carriera ha pubblicato ben 28 album musicali e ottenuto numerosi premi e riconoscimenti.
Inoltre, Jannacci ha collaborato con tantissime personalità della musica, del giornalismo, dello spettacolo, della televisione e della comicità italiana come MinaMilvaDario FoLigabueRoberto VecchioniCochi e RenatoSandro CiottiEttore ScolaLina WertmullerPino DonaggioMassimo BoldiUgo Tognazzi e tantissimi altri.
Il 29 marzo 2013, all’età di 77 anni, Enzo Jannacci si spegne dopo aver lottato per anni contro un brutto tumore. Un lutto che ha ci ha portato via un grande milanese, uno degli ultimi grandi artisti italiani rimasti sulla scena.
(Foto tratta da Art Special Day)