Home Articoli HP Meteo, a Milano il 2018 è stato l’anno più caldo dal 1896

Meteo, a Milano il 2018 è stato l’anno più caldo dal 1896

435
SHARE

Meteo, a Milano il 2018 è stato l’anno più caldo degli ultimi 122 anni

Un dato che fa riflettere quello diffuso dalla Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo riguardo le temperature e il meteo, a Milano.
Il 2018 è stato l’anno più caldo degli ultimi 122 anni. Era dal 1896 che non faceva così caldo.
Lo stesso trend è stato registrato anche nel 2015 e nel 2017, l’anno più secco degli ultimi due secoli in Italia.
Questo dato rappresenta l’emblema del generale cambiamento climatico in atto che si sta manifestando con l’estremizzazione dei fenomeni, per cui si passa in modo repentino da periodi di pioggia intensa a siccità.
Parlando di siccità, è da ben 27 giorni che non piove a Milano, dal 19 dicembre scorso. Le previsioni per i prossimi giorni, però, dicono che la pioggia arriverà e forse anche la neve.
I mesi più caldi del 2018 sono stato gennaio e aprile.
A differenza del 2017 le precipitazioni non sono state scarse, ma hanno avuto un andamento discontinuo. Lo scorso anno sono caduti 833 millimetri di pioggia contro i 939 di media annua. Solo tra il 27 e il 29 ottobre scorso sono caduto 100 millimetri.
I mesi più secchi, invece, sono stati settembre, in assoluto il più secco con 16 giorni consecutivi senza pioggia, e dicembre.
Inoltre, dalle rilevazioni dell’Osservatorio si può notare la differenza delle temperature nei vari quartieri della città.

I quartiere più caldi e quelli più freddi

I quartieri più caldi risultano essere la zona del centro, della Bocconi e la Bicocca che ha toccato i 36,1 gradi, il valore massimo registrato a Milano.
San Siro è il quartiere più freddo con il valore minimo da record di 4,6 gradi.
Bicocca e Bovisa sono i quartieri più colpito dalla pioggia con 93 giorni di precipitazioni.
Perché ci sono queste differenze tra le varie aree del capoluogo lombardo?
La risposta è nel fenomeno dell’isola di calore, molto comune a Milano. Sostanzialmente, per motivi di circolazione microclimatica il calore tende a spostarsi verso le aree più urbanizzata, ovvero verso la zona Nord Est. Nelle aree più agricole come San Siro e tutta la zona Sud della città, invece, il calore tende a disperdersi.
(Foto tratta da Gli Stati Generali)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here