Home Slider HP 2 F.I.V Edoardo Bianchi, le biciclette di Milano

F.I.V Edoardo Bianchi, le biciclette di Milano

1595
SHARE
F.I.V Edoardo Bianchi, le biciclette di Milano
F.I.V Edoardo Bianchi, le biciclette di Milano

La F.I.V Edoardo Bianchi, ovvero la Fabbrica Italiana Velocipedi Edoardo Bianchi, è la fabbrica di biciclette più vecchia al mondo ancora esistenti

L’azienda F.I.V Edoardo Bianchi è stata fondata a Milano nel 1885. La Bianchi fu la prima in Italia a passare dalle gomme piene a quelle con camera d’aria. Nel 1901 produsse la prima bicicletta a motore.
Inizialmente, la Bianchi era una piccola officina per la riparazione e la costruzione di bicicletta. Si trovava in viaNirone, a Milano. Nel 1899, l’azienda allarga la produzione anche ad autovetture e motocicli, diventando la Fabbrica Automobili e Velocipedi Edoardo Bianchi. Dal 1903 vennero prodotte e immesse sul mercato automobili esclusive e di lusso.
Tuttavia, l’azienda non abbandonò mai le corse ciclistiche, motociclistiche e automobilistiche. Tra i suoi corridori si ricordano Tazio Nuvolari e AlbertoAscari.

Un po’ di storia…

La Seconda Guerra Mondiale costrinse la Bianchi a convertire la produzione, intensificando la fabbricazione di autocarri e veicoli militari. Alla fine del conflitto, l’azienda affrontò un periodo di crisi, a causa della morte del fondatore e delle difficoltà gestionali ed economiche. La Bianchi, però, riuscì a risollevarsi con i successi della moto Bianchina, del ciclomotore Aquilotto e del biciclo Safety.
Nel 1901 la proposta della prima bicicletta a motore, una sorta di prima Mountain Bike.
Bianchi è sinonimo anche di grande ciclismo. Nel 1945 corre per la casa il grande Fausto Coppi. Altri campioni legati al marchio sono Moreno Argentin, Gianni Bugno, Felice Gimondi e Marco Pantani.
Nel 1980 entra a far parte del gruppo Piaggio.
Nel 1982, in Europa, avviene il lancio della BMX, biciclette per evoluzioni fuori strada.
Nel 1984 esce sul mercato la MountainBike.
Nel 1987 la Bianchi acquisisce il marchio austriaco Puch.
Nel 1997, l’azienda svedese CycleuropeAB, la più importante del settore ciclistico, acquista l’azienda. Infatti, la produzione di massa non avviene più in Italia. A Milano è rimasta la parte della progettazione e dell’assemblaggio dei modelli di alta gamma.
Nel 2006, la Bianchi ha realizzato, per la casa motociclistica Ducati, biciclette Ducati Corse, biciclette da corsa e MTB.
Oggi, per acquistare una Bianchi via Nirone 7 occorrono 1200 euro, mentre per la Bianchi Specialissima 2017 si può arrivare a spendere 12.000 euro.
Insomma, la F.I.V Edoardo Bianchi è la fabbrica di biciclette più vecchia al mondo: un record incomiabile che rappresenta un orgoglio per Milano e per l’Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here