Home Articoli HP 4 aprile 397: muore Sant’Ambrogio, vescovo e patrono di Milano

4 aprile 397: muore Sant’Ambrogio, vescovo e patrono di Milano

462
SHARE

4 aprile 397: muore Sant’Ambrogio, vescovo e patrono di Milano

Il 4 aprile del 397 d.C moriva a Milano Sant’Ambrogio, vescovo e patrono della città.

Nato a Treviri nel 330 d.C, Aurelio Ambrogio(meglio conosciuto come Sant’Ambrogio) era un funzionario, vescovo, teologo e santo romano. Discendente di un’importante famiglia sanatoria romana e destinato alla carriera amministrativa come il padre, dopo gli studi in legge fu incaricato come governatore dell’Italia Annonaria, con sede a Milano. La sua abilità di funzionario nel dirimere pacificamente i forti contrasti tra ariani e cattolici gli valse un largo apprezzamento da parte delle due fazioni.

L’avvenimento più importante della vita di Ambrogio fu senza ombra di dubbio la nomina come Vescovo di Milano, sulla quale, nonostante varie vicissitudini, Ariani e Cattolici si trovarono d’accordo.

La nomina avvenne nel 374, ma subito dopo Ambrogio, forse spaventato dall’incarico, fuggì da Milano, ma poi decise di tornare e accettare, pensando che quello era ciò che Dio voleva da lui.

Dunque si spogliò di ogni bene terreno e offrì tutto ciò che aveva alla Chiesa. Dopo aver ricevuto il battesimo e preso gli ordini venne consacrato vescovo il 7 dicembre 374.

L’operato di Sant’Ambrogio a Milano ha lasciato segni profondi nella diocesi della città. L’eredità di Ambrogio è delineata principalmente a partire dalla sua attività pastorale: la predicazione della Parola di Dio coniugata alla dottrina della Chiesa cattolica, l’attenzione ai problemi della giustizia sociale, l’accoglienza verso le persone provenienti da popoli lontani, la denuncia degli errori nella vita civile e politica. L’operato di Ambrogio lasciò un segno profondo in particolare sulla liturgia. Egli introdusse nella chiesa occidentale molti elementi tratti dalle liturgie orientali,in particolare canti corali e inni.

Sant’Ambrogio, protettore degli apicoltori, viene ricordato e venerato il 7 dicembre, data in cui avvenne la sua ordinazione come Vescovo di Milano.

(Foto tratta da Aleteia)