Home Articoli HP Milano, il restyling di piazza Scala accoglierà le piante di Leonardo Da...

Milano, il restyling di piazza Scala accoglierà le piante di Leonardo Da Vinci

616
SHARE

Milano, il restyling di piazza Scala sarà all’insegna del verde delle nuove piante disegnate da Leonardo Da Vinci

Dopo gli interventi realizzati nei mesi scorsi in piazza Duca d’Aosta, a Milano, il restyling di piazza Scala si appresta ad avviarsi.
Il progetto per la piazza prevede la piantumazione di nuove piante disegnate da Leonardo Da Vinciil cui monumento impera nel centro della piazza, nella sua ampia iconografia botanica, tra cui l’Anemone nemorosa e il Lilium candidum.
La piazza accoglierà nuove aiuole impreziosite di fiori, siepi e grandi sfere di Taxus vaccata verde scuro per evidenziare la geometria delle aiuole per riprendere i giardini formali all’italiana.
Per quanto riguarda l’aspetto vivaistico e floreale, il restauro verrà effettuato da Nespoli Vivai che si occuperà della cura dei Tilia europea che verranno valorizzate da un nuovo tappezzante, l’Heuchera villosa “Caramel”, con foglie color bronzo.
Il cambio look di piazza Scala rappresenta la nuova tappa di “seMiniAmo”, il progetto che unisce la cura del verde all’integrazione sociale.
Tuttavia, il progetto è stato ideato dall’agenzia di comunicazione Zack Goodman con la collaborazione del Comune di Milano e il sostegno di Manpower Group per offrire un posto di lavoro a persone svantaggiate. Queste persone intraprenderanno un corso di formazione e avranno un tutor personale che le affiancherà in ogni fase del progetto.
Il design della nuova piazza Scala è il frutto del lavoro dell’architetto Marco Bay, il quale ha voluto modificare lo stile della piazza rendendola ancora più elegante, ma rispettando, allo stesso tempo, la sua identità storica e architettonica.
Dunque, grazie all’iniziativa “seMiniAmo” un altro angolo di Milano accoglierà il verde confermando il capoluogo lombardo come una città green e sensibile ai temi dell’ambiente, della natura e del verde pubblico.
(Foto tratta da Radio Lombardia)