Home Articoli HP L’Ospedale Niguarda di Milano inaugura il centro per il trattamento dell’ipovisione nei...

L’Ospedale Niguarda di Milano inaugura il centro per il trattamento dell’ipovisione nei bambini

599
0
SHARE

L’Ospedale Niguarda di Milano inaugura il centro per il trattamento dell’ipovisione nei bambini

È stato inaugurato presso l’Ospedale Niguarda di Milano il nuovo centro per il trattamento dell’ipovisione nei bambini.
Ha presenziato all’inaugurazione anche l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.
In età pediatrica, i gravi disturbi della funzione visiva possono essere causati da anomalie genetiche, sofferenze prenatali e parto pretermine. Queste cause possono portare a complesse patologie che conducono a gravi riduzioni visive anche se si agisce con un adeguato intervento medico e chirurgico.
L’obiettivo di questo nuovo centro è quello di prendere in carico i bambini affetti da ipovisione e agire in maniera tempestiva per migliorare la vita dei piccoli pazienti e delle loro famiglie.
Il centro vanta una equipe multi professionale che comprende oculisti infantili, ortottisti, neuropsichiatri infantili, psicologi e fisioterapisti. Ci sarà grande sinergia tra l’Ospedale e il territorio e grande collaborazione tra gli specialisti delle diverse strutture con i pediatri di base.
L’inquadramento diagnostico e terapeutico, nonché il conseguente intervento di riabilitazione vengono formulati e personalizzati secondo le esigenze dei bambini.
Il reparto di Oculistica Pediatrica del Niguarda, che dal 1990 è il primo in Lombardia completamente dedicato ai disturbi visivi del bambino, potrà contare sull’attività del centro di ipovisione.
In Italia, gli ipovedenti sono circa 1,5 milioni.
Ogni anno, al Niguarda, si effettuano so effettuano circa 700 interventi chirurgici e più di 20mila prestazioni ambulatoriali che coinvolgono tutte le discipline pediatriche del Dipartimento Materno – Infantile.
L’Ospedale Niguarda opera anche in collaborazione con Centri di Riabilitazione Visiva presenti sul territorio per offrire un’assistenza a 360 gradi, capace di agire in modo efficace per salvaguardare le potenzialità visive e lo sviluppo generale del bambino.
L’assessore Gallera ha aggiunto che il nuovo centro rappresenta il simbolo dell’evoluzione del sistema sanitario, passando dal concreto di “cura del paziente” a quello di “prendersi cura della persona”.
(Foto tratta da Il Giornale)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here