Home Articoli HP L’insalata savoiarda, l’antico antipasto tipico milanese

L’insalata savoiarda, l’antico antipasto tipico milanese

1076
SHARE

L’insalata savoiarda, antipasto tipicamente milanese, ma dalle origini controverse

Tra gli antichi piatti della tradizione culinaria milanese, l’insalata savoiarda desta molta curiosità.
Si tratta di un antico antipasto milanese, il quale, a volte, veniva utilizzato anche come secondo piatto o addirittura come piatto unico.
La savoiarda veniva preparata dopo che aver cucinato il lesso misto, usando gli avanzi di testina e di lingua lessate.
Tuttavia le origini di questo piatto sono controverse. Infatti, l’insalata savoiarda nasce come piatto povero di origine piemontese, più precisamente nella Savoia, da cui prende il nome.
Sembra che nella sua regione d’origine questa pietanza non esista più, ma invece è ancora presente sotto il nome di “Insalata di testina e fagioli bianchi”.
Con l’antico nome di savoiarda, invece, la ritroviamo nella cucina milanese, dove seppur con qualche modifica, negli anni è diventata uno dei piatti tipici lombardi.

La ricetta

Per preparare un’insalata savoiarda per 4 persone occorrono questi ingredienti:
-400 gr di testina di vitello o di maiale lessata;
-120 gr di lingua salmistrata;
-100 gr di peperoni rossi sott’aceto;
-100 gr di peperoni gialli sott’aceto;
-120 gr di cetriolini sott’aceto;
-100 gr di tonno;
-6 acciughe salate;
-60 gr di cipollotti;
-un cucchiaio di capperi sott’aceto;
-un cucchiaio di prezzemolo tritato;
-olio e.v.o.,aceto di vino, sale e pepe q.b

Preparazione

La preparazione di questa insalata è molto semplice.
Per prima cosa tagliamo a cubetti la testina e la lingua. Dopodiché tagliamo a listarelle sottili i peperoni e affettiamo finemente la cipolla. Poi tritiamo i filetti di acciughe insieme ai capperi, affettiamo i cetriolini e sminuzziamo il tonno.
Infine, uniamo tutti gli ingredienti in una ciotola grande, condiamo il tutto secondo il nostro gusto e serviamo.
(Foto tratta da Elle)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here