Home Articoli HP Aumentano le pietre d’inciampo a Milano: verranno posate 30 nuove “Stolpersteine”

Aumentano le pietre d’inciampo a Milano: verranno posate 30 nuove “Stolpersteine”

577
SHARE

Nuove pietre d’inciampo a Milano: nei prossimi giorni verranno posate 30 nuove “Stolpersteine”

Sono in arrivo nuove pietre d’inciampo a Milano.
Il capoluogo lombardo si appresta ad onorare la memoria di trenta cittadini milanesi deportati e assassinati nei lager nazisti con la posa di 30 nuove pietre d’inciampo, che saranno posizionate a partire da giovedì 24 gennaio.
Attualmente le pietre d’inciampoMilano sono 32. Le prime 6 pietre d’inciampo sono state installate nel gennaio 2017, mentre le altre 26 sono state posate all’inizio del 2018.
In occasione del Giorno della Memoria, il 27 gennaio, verranno posizionati i piccoli blocchi di pietra (10 x 10 cm) coperti di ottone lucente, davanti alle abitazioni delle vittime delle persecuzioni naziste.
Sulla superficie di ottone saranno incisi i nomi, cognomi, date di nascita, date e luoghi di deportazione e date di morte, anche se molte di queste sono sconosciute.
L’iniziativa è promossa dal Comitato per le “Pietre d’Inciampo” a Milano, presieduto dalla Senatrice a vita Liliana Segre con la collaborazione del Comune di Milano e di “Milano è Memoria”. Fa parte del grande progetto europeo finalizzato alla creazione di un vero e proprio museo della memoria a cielo aperto per ricordare le vittime dell’Olocausto.
Venerdì 25 gennaio, alle ore 11:30, presso il Comando dei Vigili di piazza Beccaria si terrà una cerimonia pubblica con la presenza della Senatrice a vita Liliana Segre, la vicesindaca Anna Scavuzzo e Gunter Demnig, l’artista tedesco ideatore del movimento “Pietre d’Inciampo”.
L’obiettivo del Comitato, nato nel settembre 2016, è posare pietre ogni anno per i prossimi cinque anni.

Le nuove pietre d’inciampo

Ecco l’elenco delle vittime che verranno onorate con le nuove 30 Stolpersteine e le strade in cui verranno posate:
– Guglielmo Barbò in via Visconti di Modrone 20;
– Egidio Bertazzoni in via Mompiani 10;
– Umberto Chionna in via Farini 35;
– Ferruccio Codé in via Catullo 10;
– Ambrogio Colombo e Enrico Pozzoli in via Farini 5;
– Edgardo Finzi in via Filippino Lippi 33;
– Giulia Forti Basevi in via F.lli Bronzetti 33;
– Raffaello Giolli in via Giuriati 16;
– Fausto Levi in via S. Andrea 14;
– Giuseppe Levi in via Foppa 11;
– Luigi Luinetti in via Albertinelli 5;
– Ugo Milla in via N. Battaglia 41;
– Francesco Moschettini in via Giuriati 17;
– Gino Emanuele Neppi in via Boscovich 30;
– Giorgio Norsa in via L. Necchi 14;
– Virginio Rioli in via Della Pergola 1;
– Franco Rovida in piazzale Cuoco 7;
– Jenide Russo in via Paisiello 7;
– Giuseppe Segre e Olga Lovvy in corso Magenta 55;
– Ezio Setti in viale Corsica 43;
– Lelio SilveraBahia Laniado Silvera  e Violetta Silvera in viale Monte Rosa 18;
– Piero Sonnino in  viale Cirene 5;
– Mino Steiner in viale Bianca Maria 7;
– Luigi Vacchini in piazza Beccaria 19;
– Guido Zamatto e Livia Bianchini Zamatto in via Correnti 12.
(Foto tratta da Radio Lombardia)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here