Home Slider HP Una città da scoprire: 7 palazzi di Milano da visitare

Una città da scoprire: 7 palazzi di Milano da visitare

98
0
SHARE
Una città da scoprire: 7 palazzi di Milano da visitare
Una città da scoprire: 7 palazzi di Milano da visitare

I palazzi di Milano che meriterebbero menzione in questo articolo sono tantissimi! Vediamone insieme 7 di grande importanza storica e architettonica.

Sono moltissimi gli edifici di incalcolabile valore storico e architettonico del capoluogo meneghino. È impossibile elencarli tutti, ma qui di seguito ne abbiamo riportati alcuni, tutti visitabili. Qualcuno di sicuro lo conoscerete già, mentre altri sono delle perle nascoste che potrebbero stupirvi. Ecco 7 palazzi di Milano decisamente da visitare!

7 palazzi di Milano da visitare

Palazzo Reale

A pochi metri dal Duomo, Palazzo Reale è un classico della domenica per il milanese doc. Chi di noi non ha mai visitato una mostra aggirandosi per le sue eleganti e sontuose sale? Attualmente sono in corso Picasso Metamorfosi e Carlo Carrà, mentre a partire dal 15 novembre è in programma l’eccentrica SØLVE SUNDSBØ. Beyond the still image, mostra fotografica del famoso fotografo norvegese e celebre firma di Vogue Italia. Per biglietti e orari visitare il sito ufficiale.

Palazzo Marino

Situato nella romantica piazza della Scala, Palazzo Marino è sede dell’amministrazione comunale della città sin dal 1861. Saltuariamente vi si tengono mostre ed eventi di vario genere. Il prossimo sarà domenica 4 novembre, con l’ultimo appuntamento di Palazzo Marino in Musica. È possibile partecipare a visite guidate gratuite dell’edificio solo nei giorni feriali e su appuntamento. Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata sul sito del Comune di Milano.

Palazzo della Ragione

Il Palazzo della Ragione si trova in piazza dei Mercanti. Quest’ultima è un perfetto esempio di architettura medievale del XIII secolo. Si tratta di uno degli edifici simbolo di Milano, a due passi dal Duomo. Fino al 2016 vi si tenevano diversi eventi e mostre. Ora è in restauro ma si spera che presto riaprirà al pubblico. Per rimanere sempre aggiornati sulle novità visitate la pagina facebook ufficiale.

Ca’ Granda

Tutti sanno che oggi il Ca’ Granda ospita la sede centrale dell’Università degli Studi di Milano, in via Festa del Perdono. Opera del fiorentino Filarete, l’imponente e lunghissimo edificio rappresenta un perfetto esempio di stile rinascimentale. Il palazzo ospitò l’Ospedale Maggiore di Milano fino al 1939, anno in cui i pazienti furono trasportati al Niguarda.

Palazzo Serbelloni

Ciò che colpisce immediatamente è l’imponente facciata neoclassica dell’edificio, acquistato dal duca Gabrio Serbelloni nel lontano 1756. Ampi saloni e lunghe scalinate caratterizzano gli interni, che meritano decisamente una visita. Oggi il palazzo di corso Venezia è di proprietà della Fondazione Serbelloni, che organizza numerosi eventi in tipico stile meneghino, come sfilate e happy hour modaioli. Inoltre si offre la possibilità di partecipare a visite guidate su appuntamento. Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.

Palazzo Isimbardi

Situato in corso Monforte, palazzo Isimbardi sembrerebbe essere stato una della residenze milanesi di Cicco Simonetta, consigliere di Francesco Sforza. L’edificio viene acquistato nel 1935 dalla Provincia di Milano, che restaura cortile e portico originali. Palazzo Isimbardi possiede una collezione di opere ottocentesche aperta al pubblico. In particolare, nella Sala del Consiglio è possibile ammirare l’affresco del Trionfo di Francesco Morosini del Tiepolo. Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata nel sito Lombardia Beni Culturali.

Bicocca degli Arcimboldi

Non sono in molti a conoscere questa piccola perla nascosta nella periferia del capoluogo meneghino. In viale Piero e Alberto Pirelli sorge una villa di campagna dalle linee semplici e armoniose. Si tratta della Bicocca degli Arcimboldi, tipico esempio di architettura lombarda quattrocentesca. Viene acquistata nel 1918 dalla Pirelli, divenendone sede di rappresentanza a partire dal 1933. L’ingresso è libero su appuntamento, per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della Fondazione Pirelli.

Altri due palazzi di Milano che meritano di certo una visita sono Palazzo Clerici e Villa Simonetta, di cui abbiamo già parlato rispettivamente qui e qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here