Home Slider HP Milano, Financial Times: incorona i due avvocati milanesi!

Milano, Financial Times: incorona i due avvocati milanesi!

56
0
SHARE
Milano, Financial Times: incorona i due avvocati milanesi!
Milano, Financial Times: incorona i due avvocati milanesi!

Nella classifica sugli avvocati più innovativi a Milano, Financial Times stila i nomi della Leocani e Lega, entrambi laureati all’Università Cattolica!

Milano, Financial Time: fra i primi dieci «innovative lawyers» d’Europa!

Nella top ten i nomi di Paola Leocani e Giovanni Lega. La prima specialista nel mercato dei capitali e partner nello studio legale Simmons&Simmons. Il secondo, avvocato d’affari alla guida dello studio Lca e presidente dell’Associazione degli studi legali associati. Carriere in aree diverse, ma ciò che li accomuna è la laurea all’università Cattolica!

A Paola Leocani il Financial Times riconosce la capacità di assistere clienti al debutto sui mercati dei capitali e anche il contributo in riforme chiave dei servizi finanziari.

«Ha seguito le prime operazioni sul mercato retail (Btp Italia) e la definizione della piattaforma distributiva di Borsa Italiana. Ha assistito Atm, Pirelli, Snam, Metropolitana Milanese, Ferrovie. E ha avuto un ruolo di primo piano in riforme normative, come quella sui Minibond».

Giovanni Lega, invece, il giornale economico-finanziario lo presenta come uno dei più affermati avvocati d’Italia. Riassume i suoi vent’anni di carriera dal primo studio legale aperto nel 1988 fino al suo contributo per l’apertura del jazz club Blue Note a Milano.

Spiega perché il suo metodo è innovativo raccontandoci i cambiamenti apportati in Lca. Ha introdotto nel suo gruppo: un hacker, un professore di medicina e uno startupper. «Perché oggi occorre avere visioni per assistere i clienti anche nel diritto. Avvocato è un titolo riduttivo, siamo consulenti d’impresa e dobbiamo avere competenze che vanno al di là della nostra materia». Lega, inoltre, è alla guida di Asla dove ha proposto una svolta per gli studi associati. «Occorre puntare sul brand, non più sui singoli».

@Clelia Mumolo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here