Home Slider HP Milano, This is not a sushi bar: il sushi si mangia in...

Milano, This is not a sushi bar: il sushi si mangia in base ai follower di Instagram!

245
0
SHARE
Milano, This is not a sushi bar: il sushi si mangia in base ai follower di Instagram!
Milano, This is not a sushi bar: il sushi si mangia in base ai follower di Instagram!

Milano, This is not a sushi bar qui il sushi si paga in base ai follower di Instagram.

Si sa, ormai il sushi è diventato parte integrante della vita milanese. Ovunque vi troviate, state sicuri che troverete un volto nipponico vicino a voi pronti a servirvi un huramaki. Tuttavia, la tecnologia colpisce anche qualcosa di così semplice come il cibo. A Milano, This is not a sushi bar ha deciso di fare qualcosa di innovativo, far pagare il sushi in base ai follower di Instagram. Se una persona ha più di mille follower sul social più gettonato, mangia sushi gratis.

Il ristorante.

Già all’ingresso si capisce che non è un ristorante sushi come un altro. L’adesivo sulla porta riporta la frase “Si accettano follower”, e i follower saranno la nuova moneta. This is not a sushi bar a Milano, ha inventato questo nuovo metodo: il sushi in base ai follower di Instagram, ovvero in base al numero di seguaci si potranno avere piatti in omaggio. Il ristorante si trova in via Lazzaro Papi, 6 a Milano, in zona Porta Romana. Gli influencer, ovvero coloro che hanno un discreto numero di follower, potranno avere un pasto gratis. L’unica cosa richiesta è presentare in cassa un post con foto dei piatti e hashtag che rimandino al ristorante. Se prima si accettavano ticket, ora è tutto più social.

Il progetto.

L’idea di far pagare il sushi in base ai follower di Instagram è dei fratelli Pittarello, Matteo e Tommaso. “Lo sopo di questa idea è doppio. Da una parte si vuole stimolare in modo innovativo e inclusivo la presenza del locale e la partecipazione dei clienti. Il locale è maggiormente a consegna a domicilio e questo aiuterebbe. Dall’altra vogliamo rendere questo ristorante unico a livello nazionale e non solo.” Il sistema è semplice e suddivide la clientela in varie fasce in base al seguito sul social. Dopo la prima portata, se si hanno dai mille ai 5mila follower, si ottiene un piatto gratuito. Dai 5mila ai 10mila due piatti, dai 10mila ai 50 mila quattro piatti, che diventeranno otto se i follower saranno tra i 50mila e i 100mila. Agli influencer, quindi a chi supera i 100mila follower, la cena viene direttamente offerta.

Il pagamento.

I cassa, oltre a presentare i soldi, si dovrà presentare anche un post in cui sono presenti piatti del ristorante e hashtag connessi. Lo store manager controllerà la pubblicazione che dovrà contenere una foto scattata nel locale, il tag della pagina @thisisnotasushibar e l’hashtag #thisisnotasushibar. Questa nuova modalità di pagamento verrà sperimentata solo in questo ristornate, negli altri della stessa catena dovrà attendere. Il menù esclude solo una decina di piatti da questo tipo di pagamento, il resto si può pagare in follower. Dal 15 ottobre tutti a mangiare sushi con Instagram a portata di mano.

Per maggiori informazioni cliccare qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here