Home Slider HP Palazzo Castiglioni a Milano: storia della Ca’ di Ciapp

Palazzo Castiglioni a Milano: storia della Ca’ di Ciapp

467
0
SHARE

Due statue abbarbicate da moltissimi anni su un palazzo in stile Liberty hanno assunto un ruolo importante nella storia folkloristica della città.

Palazzo Castiglioni a Milano tra allegorie e cultura popolare.

Al numero 47 di corso Venezia a Milano, si trova Palazzo Castiglioni, un’opera nata dal progetto di Giuseppe Sommaruga.

Nell’ormai lontano 1904 il palazzo fu inaugurato, ma non fu il suo impeccabile stile Liberty a far alzare gli occhi ai passanti, bensì la presenza di due statue seminude proprio sulla facciata principale.

Le due statue rappresentavano due belle donne giunoniche e provocanti, quasi completamente svestite e in bella mostra per i milanesi.

Allegoricamente dovevano rappresentare la pace e l’industria in quanto sviluppo, ma valsero più che altro a far ribattezzare l’intero complesso Ca’ di Ciapp da parte dei cittadini.

Ca’ di Ciapp, dall’ironia all’icona

Le dicerie popolari e l’irriverente soprannome dato al capolavoro Liberty, convinsero il Castiglioni (mecenate dell’opera) a far rimuovere e spostare le due procaci statue.

Attualmente troneggiano su un’altra entrata secondaria dell’attuale Clinica Columbus (altro palazzo del Sommaruga) in via Buonarroti 48 su via Faccanoni.

Nonostante la posizione della due statue sulla Ca’ di Ciapp sia durata relativamente poco, il nomignolo al palazzo è rimasto vivo nel corso del tempo così come il simbolo per tutti i milanesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here