Home Slider HP Il centro sociale Macao di Milano rischia di chiudere: Palazzo Marini vuole...

Il centro sociale Macao di Milano rischia di chiudere: Palazzo Marini vuole la loro sede

371
0
SHARE
Il centro sociale Macao di Milano rischia di chiudere: Palazzo Marini vuole la loro sede

Il comune di Milano è deciso, il centro Macao di Milano rischia di chiudere, ma si cerca una soluzione.

Avete mai sentito parlare di Macao a Milano? Ebbene, Macao è un centro indipendente per le arti, la cultura e la ricerca. Questo centro è stato preso dal collettivo nel 2012 e ora rischia la chiusura. Sì, perché Palazzo Marina ha deciso di mettere in vendita il palazzo in cui da anni ormai è sede del centro. Lo stabile si trova in Via Molise a Milano ed entrerà a far parte del portfolio immobiliare del comune di Milano. Di conseguenza il centro Macao di Milano rischia di chiudere.

La vicenda.

Il centro e il palazzo in cui si trova, in pieno stile liberty, sono destinate alla vendita. Lo sfratto del centro culturale è necessario affinché il comune possa mettere in vendita lo stabile per ben 22.5 milioni euro. La condizione che porterà il progetto a realizzazione è che il palazzo sia completamente vuoto e libero da ogni tipo di occupazione. Oltre ad essere conosciuta per il Macao, la palazzina è nota anche per l’ortomercato.

Il progetto.

Il centro rischia la chiusura, ma questo non ferma certo Palazzo Marino. Sono anni ormai che il comune di Milano acquista immobili per valorizzarli. È questo il caso del palazzo di Macao e dell’Ortomercato. Le parole di Palazzo Marino: “Si troverà una soluzione prima di metterlo in vendita”. L’assessore Demanio ha messo le mani avanti premettendo che sarà escluso l’uso della forza. La chiusura del centro culturale dovrebbe avvenire per gradi, permettendo al collettivo di trovare una valida alternativa. Aggiunge anche: “Io sono cresciuto frequentando i centri sociali. È legittimo che i giovani abbiano i loro spazi aggregativi».

La storia.

La palazzina che accoglie Macao è di proprietà di Sogemi, la società che gestisce i Mercati generali. Abbandonate da tempo, le palazzine sono state usate per creare questa associazione culturale, in cui i giovani possono dar libero sfogo alla loro creatività. La società sogemi aveva un debito con palazzo Marino e per saldare il tutto, una delibera ha deciso che il palazzo sarà di proprietà comunale. Questa decisione è stata fatta per permettere al Fondo immobiliare comunale di sopravvivere per qualche anno. Senza, il fondo sarebbe stato costretto a svendere degli immobili mettendoli all’asta.

La risposta di Macao.

Il Macao di Milano rischia di chiudere ma negli anni il centro sociale ha cercato di trovare un accordo con l’amministrazione. Di tutta risposta però, il centro sociale non le manda a dire. “In questo momento  la repressione fascista percorre l’Europa e Salvini controlla le questure. Il più importante governo di sinistra rimasto in Italia, che fa dell’innovazione sociale e culturale il suo cavallo di battaglia, pensa di sgomberare e privatizzare uno dei più significativi luoghi di sperimentazione della città. Siete Politicamente Defunti».

Per informazioni cliccare qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here