Home Ambiente Museo Botanico di Milano, i milanesi amano sempre di più gli spazi...

Museo Botanico di Milano, i milanesi amano sempre di più gli spazi verdi

352
0
SHARE
Museo Botanico di Milano, i milanesi amano sempre di più gli spazi verdi
Museo Botanico di Milano, i milanesi amano sempre di più gli spazi verdi

Museo Botanico di Milano: come riscoprire la natura divertendosi e stando con la famiglia.

Anche Milano ha il suo giardino botanico. È stato inaugurato nel 2015 il Museo Botanico di Milano, “Aurelia Josz”. Questo luogo è molto amato da coloro a cui piace  stare in mezzo alla natura, e vuole ricoprire il piacere che può dare un po’ di verde. Le aperture al pubblico sono programmate per ogni secondo sabato pomeriggio del mese. Il numero dei visitatori è aumentato in questi tre anni, e nei primi mesi del 2018 la crescita è stata del 30%. Nello stesso periodo del 2017, i visitatori e decisamente in numero inferiore, sono passati da 1.300 a oltre 1.700.

L’organizzazione.

Nel Museo Botanico di Milano, non è solo possibile apprezzare la bellezza della natura, ma per i più piccoli, ci sono anche attività didattiche. Le attività vengono tenute da persone che fanno parte dell’Area Verde, Agricoltura e Arredo Urbano del Comune di Milano. A loro si aggiungono i volontari del museo botanico di Milano, i volontari del Servizio Civile e i tirocinanti degli istituti in collaborazione. Visite guidate, laboratori, reading, caccia al tesoro esibizioni musicali, sono solo alcune delle attività proposte. Queste attività animano i 24mila metri quadri di via Margaria.

Le attività proposte.

Sono molte le attività proposte dal 2015 ad oggi al Museo Botanico di Milano. Si può visitare Il Frutteto dei Patriarchi, un’area di 90mq con più di 27 varietà arboree del patrimonio agricolo. In Lombardia si possono trovare meli, peri, gelsi, pruni, ulivi, fico, pesco, susino, loto e molti altri. Poi ci si imbatte nel Labirinto dei Cereali con una raccolta di varie tipologie di cereali, alcuni anche rari. La semina, in questo labirinto, è spesso curata dalle scuole medie del quartiere. Il Percorso d’Acqua, costituito da un percorso di canali in cui è possibile osservare la flora e la fauna selvatiche. Inoltre c’è un edificio polifunzionale, di 300mq, dove si svolgono le attività in cui è necessario uno spazio coperto. In questo spazio, le attività necessità di fabbisogno energetico dato dall’impianto fotovoltaico e quello a pompa di calore.

Quando visitarlo.

Il Museo Botanico di Milano ha avuto un grande successo nel mese di aprile, forse dato dall’inizio della primavera e la speranza di veder sbocciare qualcosa. Dopo la pausa del mese di agosto, il Museo Botanico riaprirà le sue porte a settembre con il Festival della Biodiversità. Dal 27 a 30 settembre ci sarà anche la prima edizione della Milano Green Week.

Info: Museo Botanico “Aurelia Josz”, via Rodolfo Margaria 1.

Come arrivare: tram 4 e 5, bus 51 e 83, MM3 Degano e Maciachini).

Ingresso gratuito per grandi e piccini. Attività gratuite e senza prenotazione.

Qui qualche info in più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here