Home Slider HP Chiese di Milano, alla scoperta dei più particolari luoghi di culto della...

Chiese di Milano, alla scoperta dei più particolari luoghi di culto della città

785
SHARE
Chiese di Milano, alla scoperta delle più particolari
Chiese di Milano, alla scoperta delle più particolari

Tra tradizione e innovazione: le chiese di Milano sono unconventional.

Le chiese di Milano, così come capita in molte altre città italiane, sono molto diverse tra loro. Si passa da strutture dallo stile sfarzoso e a tratti arzigogolato e pomposo, a edifici di culto estremamente minimali e spogli.
Si tratta della sempiterna differenza tra chiese tradizionali (di antica costruzione) e chiese moderne e contemporanee.
All’interno di entrambi i gruppi si possono trovare luoghi di culto estremamente particolari, chiese degne dell’attenzione dei turisti e dei cittadini.

Chiese di Milano, luoghi da non perdere

Non solo affreschi, monumenti o episodi legati alla storia della città. Non solo un design accattivante e fuori dagli schemi.
A Milano ci sono alcuni luoghi di culto che sono davvero singolari e che vale la pena visitare (anche se non si è dei turisti!).
detta la “Cappella Sistina” di Milano, questa chiesa di trova tra via Luini e corso Magenta. La sua particolarità risiede nella gran numero di affreschi al suo interno. Un tripudio di colori direttamente dal ‘500, ad accompagnare i volti espressivi di Bernardino Luini.
per gli amanti del macabro e dell’inquietudine la chiesa di via San Bernardino è una tappa obbligata. Nella cappella interna di questa chiesa infatti le pareti sono interamente coperte da ossa e teschi, quelli dei condannati a morte e dei malati di peste dei secoli che furono.
Santa Maria degli Angeli
edificio in stile barocco in piazza Sant’Angelo, è noto per la sua maestosità e grandezza. Ancora oggi ricopre un ruolo fondamentale di luogo di incontro tra diverse culture e religioni.
San Gottardo in Corte
sita in via Francesco Pecorari vanta sulla sua torre ottagonale il primo orologio pubblico di Milano (in contrasto con la tradizionale meridiana).
è un esempio di chiesa doppia tra corso Garibaldi e via Marsala. Trattasi di due chiese identiche e speculari che condividono lo stesso sagrato. La storia arrivata sino a noi racconta come la seconda chiesa sia stata voluta da Bianca Maria Visconti (moglie di Francesco Sforza) come simbolo di vicinanza e eterno amore verso il marito.
in piazza Beria d’Argentine si trova questo luogo di culto antichissimo (presente fin dall’anno 770). Un perfetto esempio di architettura paleocristiana e di austerità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here