Home Slider HP Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano: sfida tra due simboli...

Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano: sfida tra due simboli della città

472
0
SHARE
Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano: sfida tra due simboli della città
Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano: sfida tra due simboli della città

La città ospita tra i capolavori più belli d’Italia. Tra questi, due simboli storici in sfida tra loro: il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano.

Vi siete mai chiesti cosa preferiscono visitare i turisti? Ecco, la sfida è tra due colossi della città: il Duomo e il Castello Sforzesco. Chi la spunta? Beh, Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano. La battaglia è vinta dal Castello, non tanto per una maggiore bellezza ma in quanto a organizzazione. Per visitare il Duomo di Milano è necessario munirsi di biglietto e mettersi in coda, sperando che non ci sia troppa gente. Le modalità di visita del Castello sono sicuramente più elastiche.

Le parole del direttore del Castello.

“L’Expo del 2015 ha rappresentato un importante spartiacque per il Castello.” Queste sono le parole del direttore dell’area Soprintendenza Castello, Claudio Salsi. “Fino a qualche anno fa i turisti transitavano attraverso il nostro cortile, davano un’occhiata e andavano via. Ora, grazie a una segnaletica più divulgativa e alla presenza della caffetteria, tutta l’intera zona è un’attrazione. Tutto questo ha un risvolto positivo sui poli museali ed espositivi esteri alla fortezza.” Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano, e la conferma la si può trovare sul volto soddisfatto dei turisti.

Il clima.

Il Castello Sforzesco batte il Duomo di Milano ed è proprio qui che si respira il meglio della cultura. Le radici culturali sono ben piantate nel passato ma guardano al futuro. Questo innesco tra antico e moderno è il segreto del successo del Castello Sforzesco. Una delle mostre più suggestive è stata ospite delle Sale Viscontee. Il Novecento di carta, tutto il meglio dei disegni e delle stampe dei maestri italiani. Provengono dalle raccolte civiche di Milano, a cui si aggiunge la collezione privata di Intesa Sanpaolo. Una mostra inaugurata il 23 marzo e che, a richiesta del pubblico, è stata prolungata fino al 20 luglio. “Novecento di carta, potrebbe diventare un percorso itinerante”, dice Salsi. “Potrebbe essere il nuovo simbolo della cultura milanese nel mondo”.

Il Castello.

La fortezza è stata modificata nel corso dei secolo, e tra il 1500 e 1600 era una delle principali cittadelle militar d’Europa. Il Castello Sforzesco è stato restaurato in stile storicista da Luca Beltrami fa il 1890 e il 1905. Oggi è sede di istituzioni culturali e importanti musei. È uno dei più grandi castelli d’Europa, ma anche uno dei simboli principali di Milano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here