Home Slider HP Luxottica Milano: il nuovo Quartier Generale digitale sarà in zona Tortona

Luxottica Milano: il nuovo Quartier Generale digitale sarà in zona Tortona

477
0
SHARE
Luxottica Milano: il nuovo Quartier Generale digitale sarà in zona Tortona
Luxottica Milano: il nuovo Quartier Generale digitale sarà in zona Tortona

Sarà completamente digitale il nuovo showroom di Luxottica Milano e zona Tortona è la prescelta per il nuovo lancio.

Se la sede della società si trova in Piazzale Cadorna, il Quartier Generale digitale nascerà in zona Tortona. È già stato scelto il palazzo che ospiterà la sede dell’hub digitale di Luxottica Milano. Luxottica Milano è il colosso italiano che produce occhiali con svariati marchi tra cui Ray-Ban e Persol. Possiede oltre 9mila negozi sparsi in 150 paesi.

Una digital factory nella sede di Luxottica Milano, l’intera filiera in rete e negozi smart. Queste sono solo alcune delle tappe della rivoluzione di Luxottica, annunciate dal fondatore e presidente esecutivo (dal gennaio 2016), Leonardo Del Vecchio.

Il Quartier Generale si troverà poco prima dell’incrocio con via Stendhal. L’indirizzo scelto è il civico 35 della strada del Fuorisalone. Sarà situato nella parte periferica delle aree industriali della vecchia General Electric.
Nella nuova sede in zona Tortona di Luxottica Milano, ci saranno delle attività produttive legate al marchio e uno showroom. È da un po’ di tempo che l’azienda milanese ha scelto la zona Tortona per esporre i propri prodotti a livello internazionale. Aveva organizzato eventi tra cui il Superstudio di Gisella Borioli e il Megawatt gestito da Milano Space Makers. Del Vecchio ha voluto creare una digital factory a Milano, dove lavorano oltre 100 persone in collaborazione con la Silicon Valley. Entro l’estate sarà inoltre attivo un database che aggrega i dati del gruppo bellunese, dalla materia prima al negozio fisico.

I prodotti.

Gli occhiali saranno disposti su speciali espositori: chi li prende in mano potrà ricevere informazioni sul prodotto da speciali schermi connessi con i display. Grazie al sistema a realtà aumentata Virtual Try-on, si potranno indossare più modelli virtualmente. Uno specchio intelligente proporrà una serie di alternative agli occhiali cui un cliente è interessato.

Gli schermi digitali, dovrebbero salire a 20mila entro fine 2018, dai 4mila attuali, introdotti per sostituire la cartellonistica in negozio.

Del Vecchio afferma: “Per noi digitale vuol dire prima di tutto cambiare il modo in cui lavoriamo. Portare opportunità nel settore, anche per tanti ottici che sono la nostra prima risorsa. E portare tanti giovanissimi a entrare in azienda con le nuove professionalità che prima non erano presenti.”

L’edificio.

L’intenzione del gruppo è quella di recuperare il capannone rispettando i volumi esistenti. Verranno solo aggiunti innesti moderni sulla facciata gialla dell’edificio. Verrà posta l’attenzione anche su ricerca, sostenibilità e aree produttive innovative. L’insediamento di Luxottica Milano verrà realizzato nel corso del 2019 e sarà una vera rivoluzione per il quartiere. Ma la vera grande rivoluzione arriverà nei prossimi anni con la riqualificazione degli ex scali ferroviari di Porta Genova e San Cristoforo.
L’acquisto è stato ultimato oltre un anno fa e l’obiettivo ambizioso, cioè la realizzazione del progetto, prenderà forma già dall’anno prossimo.

Federica Elli

(credit foto: business insider italia)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here