Home Slider HP Le strade di Milano: quali sono le più suggestive?

Le strade di Milano: quali sono le più suggestive?

384
0
SHARE
Le strade di Milano: quali sono le più suggestive?
Le strade di Milano: quali sono le più suggestive?

Ecco le strade di Milano più suggestive. Vediamo se le conoscete tutte!

Piazza Duomo, il Castello Sforzesco, l’Arco della Pace e Piazza della Scala sono tra i luoghi più famosi e frequentati del capoluogo meneghino. La loro bellezza è celebre in tutto il mondo, e sono frequentati da migliaia di turisti tutti i giorni. Tuttavia, le strade di Milano più suggestive sono spesso nascoste. Solo i veri milanesi e i turisti più scrupolosi le conoscono. Vediamone insieme alcuni!

Via Caimi / Via Paselli / Via Ottolini

In zona Bocconi si trova un piccolo angolo d’Inghilterra. In questo caratteristico dedalo di viuzze, sorgono villette ed edifici d’epoca, di cui alcuni con travi in legno a vista esterne.

Vicolo dei lavandai

Sembra di fare un viaggio nel tempo passeggiando per questo vicoletto la cui entrata sorge sul Naviglio di Milano. Fino agli anni Cinquanta le donne si recavano ancora a lavare i panni nel piccolo canaletto. Le atmosfere caratteristiche richiamano luoghi di fantasia, lontani nel tempo. Quest’angolo è tra i più fotografati della vecchia Milano.

Via Cavalieri del Santo Sepolcro

La strada parte da San Simpliciano, a due passi da Brera e Corso Como, cuore della movida milanese. Qui predomina il verde, e spesso vi trovano ristoro gli studenti della vicina Accademia delle Arti di Brera. Di particolare interesse sono i Chiostri di San Simpliciano, da visitare assolutamente.

Via Lincoln

Nella zona di Piazza Cinque Giornate, sorge una stradina di origine operaia. I piccoli villini erano destinati ai lavoratori, che hanno decorato le singole unità abitative con colori e angoli verdi personalizzati.

Via Malpighi

Casa Galimberti, costruita in classico stile Liberty, è l’edificio più significativo della zona. La facciata è decorata quasi interamente da decorazioni in ceramica, realizzate mediante la tecnica della pittura a fuoco. I soggetti della decorazione sono figure femminili e motivi floreali. Sotto l’edificio scorre la Roggia Gerenzana, che porta acque pulite dalla Martesana a Rogoredo.

Via Alberto da Giussano / Via Pallavicino

Sono le vie più caratteristiche della zona di Pagano. In queste strade sorgono diversi edifici d’epoca, e predomina il verde. Oltre agli alberi dei viali, importante da questo punto di vista è anche la presenza del Parco Pallavicino. Risalente agli anni 60, l’area verde è una delle più ricche di varietà arboree della città.

Via Marina

La graziosa strada alberata costeggia il parco di Palestro. Il monumento più noto è l’Obelisco del Bonnuto. La colonna votiva è stata eretta nel XVII secolo, e consacrata da Federico Borromeo nel 1607. Il crocefisso che sorgeva in cima è stato sostituito in seguito da una stella.

Vicolo Santa Maria alla Porta

La cappella di Santa Maria alla Porta, condividendo il destino di moltissime altre chiese milanesi, venne rasa al suolo dai bombardamenti nel 1943. In particolare, tre bombe si abbatterono sulla cappella della Madonna distruggendola completamente. Oggi qui si possono ammirare i resti, riportati alla luce dai lavori di restauro.

Via Tamburini

Lo stile predominante è di nuovo il Liberty. Anche in questo caso passeggiando si possono ammirare ville d’epoca con graziosi giardini e parchi. Elegante e poco trafficata, la strada è una piccola oasi di calma nella zona di via XX settembre.

Piazza Sant’Alessandro

A due passi dalla centralissima via Torino, la piazza è senza dubbio uno dei luoghi più caratteristici di Milano. Nella piazza sorge l’omonima chiesa di Sant’Alessandro in Zebedia. Secondo alcune leggende qui fu tenuto prigioniero Sant’Alessandro martire. Affianca la chiesa la sede della Facoltà di Lingue dell’Università degli Studi di Milano. Il chiostro interno di quest’edificio, dotato di porticato, è pittoresco e sempre affollato di studenti.

Via Santa Croce

Situata in zona San Lorenzo, la via è centralissima. Tra il parco Giovanni Paolo II e la Basilica di Sant’Eustorgio quest’angolo di Milano è uno dei colpi d’occhio migliori della città.

Via Morone / Piazza Belgioioso / Via degli Omenoni

Tra San Babila e Piazza della Scala è possibile ammirare uno degli edifici storici più rinomati di Milano, Casa Manzoni. Lo scrittore visse nel palazzo di architettura neoclassica dopo l’esperienza parigina, dal 1814 fino alla morte.

Vicolo Santa Caterina / Largo Francesco Richini

A pochi metri dall’Ospedale Maggiore in Festa del Perdono, sede centrale dell’Università degli Studi di Milano, sorge vicolo Santa Caterina. Il vicoletto costeggia San Nazaro in Brolo, chiesa del IV secolo fatta edificare da Sant’Ambrogio in persona.

Via Cornaggia

Tipica strada della vecchia Milano in stile Promessi Sposi, via Cornaggia è situata nella zona di Corso Italia. La peculiarità principale del vicolo è la pavimentazione. Quest’ultima è caratterizzata dalla tipica “rizzata lombarda”, costituita da ciottoli di fiume su una base di malta.

Chiara Savi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here