Home Slider HP Arrivano a Milano le statue di Harry Potter!

Arrivano a Milano le statue di Harry Potter!

2477
SHARE
Arrivano a Milano le statue di Harry Potter!
Arrivano a Milano le statue di Harry Potter!

Finalmente arrivano a Milano le statue di Harry Potter! Fan in subbuglio per le installazioni potteriane che hanno invaso il capoluogo meneghino.

Milano come Hogwarts!

Sappiamo già che dal 12 maggio al 9 settembre 2018 la Fabbrica del Vapore di Milano ospiterà l’attesissima Harry Potter: the exhibition. La città prepara il terreno per l’arrivo della mostra itinerante, che accoglierà i fan della saga in un esaltante tour potteriano.

In occasione dell’apertura della mostra saranno presenti anche James e Oliver Phelps, i simpaticissimi gemelli Weasley della saga. I fan potranno ammirare alcuni dei costumi originali usati durante le riprese e elementi della scenografia apparsi nei film. I numerosi pezzi unici, come la locomotiva dell’amatissimo Hogwarts Express e il Cappello Parlante, costituiscono la principale attrazione dell’evento.

La magia invade le strade del centro città

A Milano le statue di Harry Potter occupano 4 punti chiave del centro cittadino. Raffigurano una scopa volante, un cappello, un elfo e una Ford Anglia celeste. Vediamo insieme che cosa significano questi 4 simbolici soggetti per i fan della saga.

Il Cappello Parlante

Un gigantesco Cappello Parlante troneggia nel bel mezzo di Piazza Missori. Il Cappello, per tradizione liso e usurato, viene usato durante la cerimonia di smistamento. L’oggetto infatti divide gli studenti del primo anno di Hogwarts nelle 4 case di Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde.

Inoltre è dal Cappello Parlante che i veri Grifondoro possono estrarre la spada di Godric. Uno dei momenti più celebri in cui appare l’arma è quello della battaglia finale di Hogwarts, nel settimo libro/film. In quest’occasione Neville taglia la testa del perfido serpente/horcrux Nagini con la spada.

La Nimbus 2000

Probabilmente uno dei simboli più rappresentativi della saga, la Nimbus 2000 è stata collocata presso la fermata di Moscova, zona Brera. La Nimbus è la scopa volante che la professoressa McGranitt regala ad Harry, nuovo cercatore di Grifondoro, in Harry Potter e la Pietra Filosofale. La scopa viene cavalcata da Harry durante la sua prima partita di Quidditch, contro Serpeverde. Veloce e scattante, la Nimbus ha un manico in mogano.

La Ford Anglia

A Cadorna si può ammirare la fedele riproduzione dell’auto più famosa dell’universo potteriano. È sulla celebre Ford Anglia 105E Deluxe volante color celeste che Ron e i gemelli Weasley partono alla volta di Privet Drive. I Weasley salvano Harry dall’isolamento a cui lo avevano costretto gli zii Vernon e Petunia, all’inizio di Harry Potter e la Camera dei Segreti.

Inoltre, vittime di un sortilegio di Dobby, Harry e Ron la usano per andare a Hogwarts sempre nel secondo capitolo della saga. Dopo essere atterrata dritta sul Platano Picchiatore, l’auto ammaccata “scappa” nella Foresta Proibita, per riapparire poi in seguito.

Dobby

Ed è proprio Dobby il protagonista dell’ultima installazione. La gigante statua raffigurante l’elfo domestico è situata in Piazza Argentina, zona Piazzale Loreto. Dobby è raffigurato nel momento in cui Harry con uno stratagemma lo libera dallo spietato padrone Lucius Malfoy. Con il diario di Tom Riddle in una mano e un calzino nell’altra, l’elfo ha lo sguardo sereno e felice.

La scena a cui ci si riferisce è quella in cui lo spietato padre di Draco regala inavvertitamente all’elfo un calzino. Sistemato precedentemente da Harry nel diario di Tom Riddle, il calzino è il simbolo della sua ritrovata libertà. Infatti, non è permesso agli elfi domestici possedere degli indumenti veri e propri. Destinati a vivere coperti di soli stracci, gli elfi possono essere liberati solo se il loro padrone gli regala un vero indumento.

Dobby aiuta enormemente Harry nel corso degli anni trascorsi ad Hogwarts, diventando indubbiamente uno dei personaggi più amati dell’universo potteriano. La sua morte, in Harry Potter e i Doni della Morte, è uno dei momenti più commoventi della saga.

Chiara Savi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here