Home Slider HP Milano, Palazzo Greppi: un nome solo per due edifici diversi

Milano, Palazzo Greppi: un nome solo per due edifici diversi

395
0
SHARE
Milano, Palazzo Greppi: un nome solo per due edifici diversi
Milano, Palazzo Greppi: un nome solo per due edifici diversi

Milano, Palazzo Greppi è curiosamente il nome di due edifici diversi.

Nel centro storico di MilanoPalazzo Greppi non è il nome di un edificio, ma bensì di due.
I due palazzi portano lo stesso nome perché sono appartenuti alla stessa casata.
Il primo si trova in via Sant’Antonio 12, accanto all’omonima chiesa. Il secondo è situato in via San Maurilio 19, una traversa di via Torino.

Palazzo Greppi di via Sant’Antonio

L’edificio venne costruito nel Settecento secondo il progetto dell’architetto Giuseppe Piermarini per Antonio Greppi, diplomatico e figura influente della finanza milanese sotto il governo degli Asburgo.
La facciata esterna ha un aspetto sobrio, fatta eccezione per il portale d’ingresso che conduce nel cortile con quattro lati porticati. Poi, dal portico si accede direttamente allo scalone a doppia rampa.
Palazzo Greppi rispetta lo stile tipico degli edifici del Settecento che richiedeva un esterno rigido e severo in contrasto con un interno fastoso, ricco di stucchi, mobili e decorazioni che abbeliscono le stanze.
Tra i diversi ambienti del palazzo si distinguono per bellezza e grandezza il Salone da ballo, la Sala di Giove e la Sala Napoleonica. Quest’ultima viene attualmente utilizzata come sede di congressi dall’Università Statale di Milano.

Palazzo Greppi di via San Maurilio

Questo edificio è il risultato dell’unione dei diversi stili che si sono imposti nel corso dei secoli.
La struttura venne progettata nel Cinquecento, ma del progetto originale è rimasta solo una parte nel cortile.
Il marchese Benigno Bossi acquistò l’edificio nel Settecento e lo ampliò. Dopodiché, la proprietà passò al conte Greppi, cugino dei Greppi residenti nell’omonimo palazzo di via Sant’Antonio. Il conte Greppi si occupò di ristrutturare la casa e di innalzarla di un piano. Le sale presenti al primo piano, invece, vennero decorate in stile neoclassico.
Il portale d’ingresso del palazzo venne costruito appositamente per facilitare la manovra delle carrozze in una via stretta come via San Maurilio. Dal cortile porticato si accede poi alle sale adornate con affreschi floreale sulle pareti.
Tra gli spazi di questo edificio merita di essere citata la saletta ottagonale con la cupola.
Oggi, ad eccezione del piccolo e superbo balconcino, la facciata esterna del palazzo ha uno stile molto semplice.
Dunque, a MilanoPalazzo Greppi è il nome di due edifici che, seppur appartenuti alla medesima casata, sono molto diversi tra loro dal punto di vista stilistico e artistico.
Foto tratta da Unimi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here