Home Ambiente Orto Botanico di Brera, un oasi verde nel cuore di Milano

Orto Botanico di Brera, un oasi verde nel cuore di Milano

516
0
SHARE
Orto Botanico di Brera, un oasi verde nel cuore di Milano
Orto Botanico di Brera, un oasi verde nel cuore di Milano

Viaggio alla scoperta della storia dell’Orto Botanico di Brera.

L’Orto Botanico di Brera rappresenta un piccolo angolo di natura lontano dal caos e dal traffico di Milano.

La storia

Sorge presso Palazzo Brera e ha origini antichissime.
Nel XIV secolo, i Padri Umiliati lo utilizzavano questo giardino come luogo di meditazione e coltivazione. La tradizione continua fino al XVI secolo con i Gesuiti.
Verso la fine del XVIII secolo il giardino venne ufficialmente istituito come Orto Botanico. Ciò avvenne in occasione del piano di riorganizzazione degli enti cittadini voluto da Maria Teresa d’Austria.
Così, Palazzo Brera si trasformò in un vivace polo culturale. Dopodiché divenne un importante centro di alta formazione per farmacisti e medici grazie allo studio delle specie medicinali e della loro coltivazione.
Nel 1915 l’Orto Botanico di Brera venne annesso all’Università degli Studi di Milano. Ancora oggi, l’ateneo milanese mantiene la gestione dell’Orto, tant’è vero che l’ha trasformato in un museo.
Alla fine degli anni Novanta, l’Orto è stato protagonista di una importante opera di restauro che lo ha riportato al suo aspetto originario. Infatti, in principio, il progetto prevedeva due vasche ellittiche, un arboreto e fitte aiuole.
Nel 2001, completati i lavori di restauro, l’Orto Botanico ha riaperto al pubblico con il suo giardino storico ricco di specie botaniche diverse.

Gli alberi e le piante

Passeggiando per l’Orto si possono ammirare le più importanti specie della nostra flora e un vasto assortimento di specie medicinali appartenenti a varie famiglie.
L’Orto si divide in differenti aree tematiche, alcune organizzate secondo le diverse funzioni delle piante, altre in base agli ambienti di provenienza. Tra queste si trovano piante alimentari, tessile e da carta, piante tintorie e piante mediterranee.
Inoltre, l’Orto Botanico di Brera ospita diverse piante rare che vengono custodite per conservare e preservare la biodiversità. Tra queste possiamo ammirare numerose piante autoctone della flora lombarda.
Da non dimenticare gli affascinanti e imponenti alberi secolari che sovrastano l’Orto, in particolare i due Ginkgo Biloba.
L’Orto Botanico di Brera è spesso protagonista di numerosi eventi, iniziative e attività didattiche e educative. Tra l’altro, è completamente accessibile anche ai visitatori con disabilità motorie.
Dal 2013 anche i visitatori ipovedenti possono godere delle bellezze del giardino grazie ad uno speciale bastone che facilita loro l’orientamento tra i vari spazi. Inoltre, grazie ad un sistema di circa mille sensori i visitatori potranno ascoltare una serie di registrazione in diverse lingue che forniscono informazioni interessanti sull’Orto Botanico e le piante che ospita.
In questo modo, i visitatori ipovedenti possono dare un nome ai profumi e ai suoni che pervadono i loro sensi.
Dunque, per chi vuole immergersi nella natura senza andare lontano da Milano, l’Orto Botanico di Brera è il posto giusto per fare un tuffo tra gli alberi e le piante di questa vera e propria oasi verde nel cuore della città.
Foto tratta da Orti Botanici Italiani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here