Home Articoli HP La storia del panettone e dei suoi produttori a Milano!

La storia del panettone e dei suoi produttori a Milano!

171
0
SHARE
La storia del panettone e dei suoi produttori a Milano! [fonte immagine lorenzovinci.it]
La storia del panettone e dei suoi produttori a Milano! [fonte immagine lorenzovinci.it]

Le origini del dolce tipico milanese sono immerse nelle leggende, ma la storia del panettone a Milano.. si è gustata per bene!

A differenza dei giorni nostri il panettone a Milano nell’800 veniva gustato anche fuori dalle feste natalizie; passava come dolce tipico anche di tutti i giorni. Lo si poteva apprezzare nelle pasticcerie, a suo tempo offellerie, quali quella di Santa Margherita o di Paolo Biffi; tra gli altri a vantare un ottimo panettone era anche il Cova, un luogo più chic, esclusivo senz’altro.

Vi è poi un altro grande marchio di Milano che è giunto, nonostante numerose peripezie, ai giorni nostri. Parliamo di Motta, e del suo creatore, Angelo Motta. Nato a Gessate nel 1890 e con esperienza da pasticcere comincia in via della Chiusa con una modesta pasticceria.

Fu Angelo Motta a dare al panettone la forma con cui lo conosciamo oggi. Riprendendo la ricetta originale con lievitazione naturale, crea il panettone a cupola. Nel ’25 inaugurando il punto vendita di via Carlo Alberto comincia anche la produzione industriale. Seguono quindi espansioni, spostamenti e la morte del Motta nel ’57. Solo due anni prima il grande marchio milanese si apre ai gelati cedendo poi il comparto alla Nestlè.

Motta non fu però l’unico a fare grandi cose, perché nella memoria dei milanesi un’altro marchio è rimasto alla memoria, quello di Gioacchino Alemagna. Alemagna sviluppa la sua azienda nel ’30, spostandosi vicino al Duomo di Milano, tanto da diventare il locale per eccellenza. Quando l’azienda finisce nelle mani del figlio questo tra gli anni quaranta e cinquanta sviluppa l’azienda e mette il simbolo del Duomo nel marchio di casa.

Come Motta anche Alemagna viene acquisita da Nestlè per fronteggiare alla crisi economica. Entrambi i marchi infine nel 2009 sono passati alla Bauli. Insomma, un destino comune per un dolce in comune, il panettone!

@Damiano Grilli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here