Home Articoli HP PalaSharp Milano, aperto un dossier per decidere il futuro del palazzetto

PalaSharp Milano, aperto un dossier per decidere il futuro del palazzetto

607
SHARE
PalaSharp Milano, aperto un dossier per decidere il futuro del palazzetto [fonte immagine 02blog.it]
PalaSharp Milano, aperto un dossier per decidere il futuro del palazzetto [fonte immagine 02blog.it]

E’ stato aperto un dossier per il PalaSharp Milano, l’obiettivo è quello di capire cosa fare della struttura abbandonata.

Le idee per il PalaSharp Milano sono molteplici, tra cui un ritorno alla sua funzione di palazzetto dello sport in cogestione o in alternativa anche la demolizione. Le ipotesi sono tutte secretate, si parla di trattative pubblico-privato che vedranno un termine a giugno 2018; parola di Roberto Tasca assessore al Bilancio e Demanio.

Una storia rocambolesca di passaggi e cambio di nomi da far venire mal di testa. Eretto dalla famiglia Togni, diventa PalaTrussardi, PalaVobis, PalaTucker, Mazda Palace. Chiude i battenti nel 2011 per motivi di sicurezza. Così nel mentre si decide di utilizzare la grande area all’esterno del palazzetto come parcheggio per i bus turistici di Lampugnano.

Tra le idee proposte c’era quella di far diventare il PalaSharp Milano la più grande moschea d’Europa; tutto andato a carte quarantotto all’insediamento della giunta Sala. Come luogo di raccolta per i musulmani aveva già espletato comunque le sue funzioni nel 2008 con la preghiera del venerdì e il fine Ramadan.

Insomma, per momento è tutto un forse, non rimane che attendere nuovi sviluppi sui quali vi aggiorneremo prontamente.

@Damiano Grilli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here