Home Ambiente Milano: Uptown quartiere smart a Sette Stelle

Milano: Uptown quartiere smart a Sette Stelle

587
0
SHARE
Milano: Uptown quartiere smart a Sette Stelle
Milano: Uptown quartiere smart a Sette Stelle

In zona Cascina Merlata è partita la costruzione di Uptown quartiere smart di Milano per un nuovo Smart District.

Inglesismi a parte, vediamo la Euro Milano, società di sviluppo immobiliare, impegnata nella costruzione del nuovo quartiere smart, ovvero intelligente. A premiare da subito la riqualificazione della zona è il Politecnico di Milano; Sette Stelle come le strutture d’albergo, una novità.

Seven Stars è la nuova start-up firmata Politecnico di Milano che premia i progetti smart. Chiedendo aprioristicamente scusa per l’inglese sovrabbondante, si sappia che i criteri di considerazione sono quelli della sostenibilità. Si parla di circa trenta edifici in Italia tutti posizionati nel settentrione.

Andando nello specifico vengono valutati la sostenibilità ambientale, economica e sociale. Tutto in un secondo tempo concepito attraverso la qualità di vita degli ambitanti della zona. Se poi si tiene in considerazione che oggi i cittadini puntano a case eco-sostenibili, ecco che il progetto Uptown diviene un faro nel marasma cittadino.

Il nuovo smart district vive nel verde, con la presenza di centotrentasette appartamenti e un progetto che arriva da Scandurra e Zanetti Design Architettura. Il tutto in ogni sua sfaccettatura volge al verde, un parco di 250mila metri quadrati, aree cani e sport. E poi giochi per bambini e percorsi, si parla di una decina di chilometri con altrettanti dedicati ai velocipedi moderni.

Milano Uptown quartiere smart, ecco il progetto!

Un rete di geotermia verrà usata per raffrescare gli appartamenti, e con il termovalorizzatore di Figino si farà esattamente l’opposto. Illuminazione pubblica a led e elettricità proveniente da pannelli solari.

Ma non finisce qui perché Cascina Merlata sarà per i progettisti un Social Hub. Per gli italiani invece avrà il sapore di un punto di aggregazione. Il tutto attraverso un centro medico, una ciclo-officina [in pieno stile hipster, ndr], una sala per convegni, ristoranti e mercato a prodotti km0.

E il centro commerciale? Esatto, non mancherà un bel centro commerciale con tanto di ingresso per le biciclette; le stesse che andranno nella ciclo-officina summenzionata. Infine cinema, parcheggi interrati ed una scuola per l’infanzia, ed il piano terra di ogni edificio usato per garantire servizi come palestre, spazi giochi o lavanderie.

@Damiano Grilli

(credit foto: scandurra studio)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here