Home Articoli HP Milano, in arrivo navette driverless tra Porta Romana e via Ripamonti

Milano, in arrivo navette driverless tra Porta Romana e via Ripamonti

964
0
SHARE

Il gruppo immobiliare Beni Stabili vuole contribuire a migliorare la mobilità della nostra città: a Milano, in arrivo navette driverless tra corso Lodi e via Ripamonti

La nostra città si sta sempre più affermando come una vera e propria smart city: a Milano, in arrivo navette driverless nella zona di corso Lodi e via Ripamonti.
Il General Manager del gruppo immobiliare Beni StabiliAlexei Dal Pastro, vuole contribuire a migliorare la mobilità della nostra città. Infatti, ha presentato al Comune il progetto di collegamento tra corso Lodi e via Ripamonti.

Le due strade verranno collegate da navette driverless.

Si tratta di piccoli autobus elettrici che non necessitano del conducente. Le navette andranno a coprire un tratto di strada di poco più di un chilometro. Attualmente il tratto non è servito da alcun mezzo.
I mini autobus forniranno un servizio di collegamento continuo tra la fermata del passante ferroviario di Porta Romana e quella della metropolitana  di corso Lodi verso via Ripamonti.
Questo progetto è stato pensato per i diversi cambiamenti che hanno portato all’espansione di quest’area a sud est di Milano. Stiamo parlando dell’ex area industriale Vigentina. Qui, la Fondazione Prada, rinomato centro di esposizione e diffusione d’arte, ha preso il posto della vecchia distilleria di liquori Casa degli Spiriti. Ma non solo. Sempre la società Beni Stabili ha sviluppato un importante progetto per la riqualificazione dell’area Symbiosis. Quest’area, infatti, accoglierà i nuovi uffici di Fastweb. I lavori dovrebbero essere completati per la primavera. I lavoratori verranno trasferiti nella nuova sede il prossimo autunno. Si tratta di un’area che occupa 21.600 metri quadrati.
La realizzazione di questa nuova rete di collegamento agevolerebbe in primis tutti i pendolari, ma anche i turisti che vogliono raggiungere la Fondazione Prada.
Il progetto verrà finanziato dal gruppo immobiliare Beni Stabili e dalla Fondazione di Miuccia Prada. La gestione del servizio verrà affidata all’ATM, la società di trasporti milanese.
Palazzo Marino sembra entusiasta di questo piano e molto probabilmente, presto, cominceranno i lavori, che dovrebbero concludersi in 12-15 mesi al massimo. Il costo complessivo si aggirerebbe intorno ai 10mila euro.
Credit photo: Milanolife

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here