Home Ambiente Una volta il palazzo Inps, ora il grattacielo Gioia 22

Una volta il palazzo Inps, ora il grattacielo Gioia 22

943
SHARE
Una volta il palazzo Inps, ora il grattacielo
Una volta il palazzo Inps, ora il grattacielo "Gioia 22" [fonte immagine http://blog.urbanfile.org]

Al posto del palazzo Inps in futuro verrà costruito il nuovo grattacielo Gioia 22.

Il nuovo grattacielo Gioia 22 prende il nome dalla via in cui nasce. Diventerà parte integrante del quartiere di grattacieli di Porta Nuova. 26 piani, per centoventi metri di altezza ed parcheggi sotterranei con una superficie totale di settanta metri quadri al suolo.

Quasi inutile dire che l’edificio avrà al suo interno ed esterno un melting pot di alta tecnologia ed efficienza energetica. Tutto ciò però prenderà piede solo dopo la demolizione che partendo da questo mese, novembre 2017, terminerà il prossimo anno nell’estate; sulla carta il nuovo grattacielo sarà terminato a fine 2020.

A differenza degli edifici di Porta Nuova e City Life, Gioia 22 abbatterà del 75% il fabbisogno energetico tramite i 6000 metri quadri di pannelli fotovoltaici, e riscaldamento/raffreddamento gestito tramite falda acquifera.

Coima, ditta appaltatrice, punta sulla creazione di una zona che attragga investimenti e progetti di sviluppo di dimensione globale. Parla il fondatore di Coima Manfredi Catella “Milano può candidarsi come laboratorio europeo di innovazione nello sviluppo del territorio”. Concorda in seconda battuta anche l’assessore all’urbanistica Maran “il nuovo edificio si integrerà in armonia e continuità con quanto realizzato negli ultimi anni nell’area di Porta Nuova, un piano urbanistico che, dal Bosco Verticale al nuovo Palazzo Lombardia e altri ha ridefinito lo skyline della città con progetti di elevata qualità architettonica”.

In altre parole con la sostituzione del palazzo Inps, un’altro tassello della nuova Milano prenderà luce.

@Damiano Grilli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here