Home Cronaca di Milano Qualità della vita, Milano arretra di 6 posizioni nella classifica de il...

Qualità della vita, Milano arretra di 6 posizioni nella classifica de il Sole 24 Ore

539
0
SHARE

Secondo la classifica de il Sole 24 Ore sulla qualità della vita, Milano perde 6 posizioni e scivola all’ottavo posto tra le città ideali in cui si vive meglio

L’indagine annuale de il Sole 24 Ore ha rivelato che, per quanto riguarda la qualità della vita, Milano ha perso il secondo posto della classifica conquistato lo scorso anno.
Il capoluogo lombardo ha perso ben 6 posizioni e nella graduatoria 2017 si trova all’ottavo posto.
Il primo gradino del podio è occupato da Belluno, seguita da Aosta e Sondrio, che si rivela la migliore provincia della Lombardia.
L’analisi sulla qualità della vita nelle 110 province italiane tiene conto di 6 macro-aree (ricchezza e consumi, lavoro e innovazione, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero) e di 42 indicatori.
Quest’anno, tra i nuovi indicatori, troviamo anche gli acquisti online, il gap retributivo di genere, la spesa per i farmaci, il consumo del suolo, gli anni di studio degli over 25 e l’indice di litigiosità nei tribunali.
Milano, però, non l’unica grande città ad aver perso posizioni rispetto alla classifica 2016. Roma scivola dal 13° al 24° posto, mentre Torino si attesta alla 40esima posizione.
Per quanto riguarda la macro area “Ricchezza e consumi”, il capoluogo lombardo conquista il primo posto nel PIL pro capite, nell’importo medio delle pensioni e nei depositi bancari.
Alla voce canoni di locazione, Milano è ultima, dopo Venezia e Roma.
La città meneghina si piazza in coda alla classifica stilata da il Sole 24 Ore per quanto concerne la sicurezza e la giustizia.
Nell’ambito “Ambiente e servizi”, la nostra città si aggiudica il decimo posto.
Per quanto riguarda la spesa sociale pro capite degli enti locali per minori, disabili e anziani, Milano si trova ai piedi del podio, in quarta posizione.
Grande soddisfazione, invece, per la macro area“Lavoro e innovazione”, in cui il capoluogo lombardo occupa il secondo posto.
Discretamente positiva anche la 15esima posizione conquistata dalla nostra città per la voce cultura e tempo libero.
Dunque, secondo la classifica de il Sole24 Ore sulla qualità della vita, Milano sarebbe una città al top per quanto riguarda il lavoro, ma anche poco sicura per viverci. Insomma, come tutti gli anni, anche quest’indagine, restituisce una fotografia della città che non mette tutti d’accordo.
Credit photo: in Lombardia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here